12/09/21 - Abbiamo un MD!!!

21 09 12 01

Veramente l'abbiamo già da diversi mesi ma, a causa delle limitazioni sanitarie, siamo riusciti solo questa domenica a terminare il minicorso che Scubalandia si premura di organizzare per fornire preziose indicazioni circa il suo uso.

Dopo aver frequentato, circa un mese fa in modalità on-line, una sessione di teoria magistralmente condotta da Caterina, nel corso della quale abbiamo appreso i fondamenti circa il funzionamento, l'uso e la manutenzione dell'attrezzo, è finalmente arrivato il momento per testare in acqua il nuovo acquisto.

21 09 12 02

Ritrovo alle 7:15 al covo con Fabri$ che arriva puntualissimo. Carichiamo in macchina due bibo e le ceste e partiamo con direzione Moregallo. Quando arriviamo Cat è già sul posto. Ci salutiamo ed attendiamo l'arrivo di Guido che, ancora leggermente febbricitante dopo la sua seconda inoculazione, ci raggiunge stoicamente per dare il suo contributo tecnico e per scattarci le foto da riva che vedete sotto.

21 09 12 03

Dopo una rapida calibrazione a secco eseguita da Guido il nostro metal detector inizia regolarmente a ticchettare, sciogliendo le perplessità che mi avevano assalito nel timidi tentativi di attivarlo per fatti miei. Ticchettio a conferma della carica della batteria e suono deciso in presenza di metalli.

21 09 12 04

Poi Cat ci ricorda come sistemare il metal detector, sia durante il trasporto sulla persona che con lo scooter. Sembra quindi particolarmente azzeccata la staffetta che ho stampato per trattenere saldamente a posto la cuffia dello strumento. Sulla scorta delle indicazioni che ci aveva fornito durante la lezione teorica, il nostro strumento passa il controllo attento di Cat che finalmente ci da l'ok per vestirci e saltare in acqua.

21 09 12 05

21 09 12 06

Eseguiti i controlli di rito mettiamo la testa sott'acqua in compagnia anche di Lele che abbiamo avuto il piacere di conoscere poco prima. Le istruzioni ricevute sono chiare e precise per cui, raggiunti i 20 metri stabiliti dove la visibilità è più che discreta, inizio a passare lo strumento alla ricerca di qualche metallo. Quasi immediatamente trovo una scatoletta di tonno in alluminio e una lattina di birra, completamente ricoperte dal fango lacustre. Passo poi il MD a Fabri che trova una scheggia arrugginita, grande come una moneta e individua immediatamente il braccialetto che Cat ha fatto cadere appositamente sul percorso di ricerca. Poi Fabri mi ripassa lo strumento e inizio a spazzolare stile cane da tartufi. L'uso è semplice ed intuitivo e sott'acqua anche un sordo come me è in grado di percepire le frequenze emesse dalla cuffia. Mi diverto a cercare altre cose e tiro fuori dal fango un'altra lattina, un cerchio metallico ed una bacchetta in ferro. poi mi perdo a verificare come reagisce lo strumento, posizionandomi sopra una delle catene che delimitano il sito di immersione. Regolo la precisione e faccio qualche test per capire da quanto lontano riesce ad individuare il metallo. Poi riparto a spazzolare ma arriva Fabri a riportarmi alla ragione facendomi notare che siamo ormai in acqua da un'ora e che Cat e Lele sono saliti di quota. Li raggiungiamo e proprio poco dopo che ci siamo riuniti, becco un segnale fortissimo ed esteso, con una risposta "pulsante". Lo indico a Cat che lo rileva anche con il suo strumento e, per l'espressione perplessa che lascia trasparire dalla maschera, capisco che è una cosa insolita anche per lei. Dopo qualche minuto decidiamo la riemersione. La leggera corrente che era appena percepibile ci ha fatto scarrocciare di un'ottantina di metri per cui recuperiamo il punto di entrata dove ci attende Guido per immortalarci.

21 09 12 07

21 09 12 08

21 09 12 09

Risaliamo la faticosa scalinata e ci liberiamo delle mute mentre ci scambiamo le reciproche impressioni, soprattutto su quel segnale anomalo. La prossima volta si torna con vanga e sorbona :-)

Cogliamo anche l'occasione per far dono a Cat di un paio di nostre magliette che sembra apprezzare e che molto carinamente indossa subito.

21 09 12 10

21 09 12 11

Ora Cat è bergamasca onoraria :-) Sistemate le nostre attrezzature in macchina finalmente andiamo a farci un'agognata birretta in compagnia, dove chiacchieriamo del più e del meno. Terminate le birre ci salutiamo e torniamo al covo dove scarichiamo il materiale per tornare a casa.

Il pomeriggio lo trascorro sull'orlo della distruzione a causa del "Jazz Festival" della sera prima che, per quanto abbandonato presto, è sempre una bella prova ed inevitabilmente ha lasciato il segno: perdita di conoscenza istantanea al contatto del divano!

Non resta che risentirci alle prossime avventure di ricerca che speriamo risultino fruttuose :-)

[Tato]

 

Accesso soci